Lutto per il Caffè Salvo al Vomero. E’ morto Luigi Romano

bar-salvo-napoli

Vomero in lutto: ha perso un’istituzione, una persona cara, un familiare. Luigi Romano, proprietario del notissimo Caffè Salvo in via Enrico Alvino, è venuto a mancare.

Questo è l’anno del 60esimo anniversario di attività del noto bar, infatti egli era figlio di Gennaro Romano, il fondatore. Luigi, insieme alla moglie Raffaella, ha contribuito poi alla crescita e allo sviluppo dell’attività, ma i segreti del mestiere li aveva “rubati”dal suocero pasticciere. Inizialmente il Caffè Salvo era solo bar, ma poi ha iniziato ad offrire ai suoi clienti i dolci della colazione partenopea quali graffe, brioches e soprattutto i cornetti, tra i più buoni e famosi della città.

Ogni mattina il caffè Salvo veniva letteralmente d’assalto, soprattutto per il cornetto di pasta sfoglia con la crema. Come ci ricorda Luciano Pignataro, Luigi controllava personalmente la lavorazione di tutti i dolci, recandosi in laboratorio alle prime ore del mattino.

Negli ultimi tempi era spesso seduto alla cassa, mentre dietro il bancone del bar c’era il figlio Genny, attuale titolare della struttura. Condoglianze alla famiglia Romano e allo staff di Caffè Salvo.

Potrebbe anche interessarti