Napoli: filmava la figlia in pose scabrose per inviarle a un pedofilo

violenza minore

Napoli teatro di un macabro evento: una giovane ragazzina di 13 anni costretta dalla propria madre 44enne a realizzare video erotici da inviare a un pedofilo siciliano. La madre, napoletana, è finita agli arresti domiciliari per aver filmato, sotto minaccia, la propria figlia minorenne mentre si masturbava, per poi spedire il tutto a un palermitano attualmente in arresto con l’accusa di violenza sessuale e detenzione di materiale pedopornografico.

Gli arresti sono stati eseguiti dagli agenti del commissariato di Scampia, della squadra mobile di Napoli e del commissariato Brancaccio di Palermo così come riferito da ilcorrieredelmezzogiorno. Trovati in casa dei due imputati materiale pedopornografico. La ragazzina ha confessato tutto agli inquirenti confermando i reiterati abusi da parte della madre.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più