Frattamaggiore. Professore rimprovera alunno: lui lo massacra fuori scuola

aggressione

Aveva osato rimproverare un alunno che scorrazzava con il motorino nel cortile della scuola per dare spettacolo della sua bravura ad alcune compagne. E’ così che un professore dell’Isis Gaetano Filangieri di Frattamaggiore è stato malmenato e minacciato da chi poco prima si era sentito “offeso”.

Una violenza assurda che, come si legge su IlMattino.it, è iniziata quando il professore al suono della campanella è uscito dall’istituto per raggiungere la sua auto. In un attimo è stato avvicinato dal sedicenne e da tre adulti. Cinque o più pugni gli hanno devastato il volto e il cuore. Avrebbe voluto reagire, ma non lo ha fatto.

“Hai fatto ridere di me quelle là. Voglio vedere mo’ che fai, vattene via e statti zitto che è meglio per te, gli ha gridato contro l’alunno, che nel frattempo si vendicava di quel giusto rimprovero. Soltanto dopo aver massacrato il viso alla sua “vittima”, chi lo accompagnava lo ha fermato e tirato via, per poi offrire al professore un fazzoletto per tamponare il sangue.

Il sedicenne, che vive a Frattamaggiore in via Rossini,  si è poi presentato a scuola con la mamma ed altri parenti per chiedere scusa per ciò che era successo. Il consiglio di classe e la preside non hanno però cambiato idea: l’autore di quella immane violenza doveva essere espulso dalla scuola.

Tanta l’amarezza per il professore, il quale mai avrebbe voluto che la malavita si impadronisse di un altro giovane. La sua speranza è che, dopo aver capito una delle lezioni più importanti della sua vita, il sedicenne torni a scuola per cambiare il suo futuro e capire che aspirare a diventare un boss non è sicuramente la cosa giusta.

Potrebbe anche interessarti