San Giorgio a Cremano, la piazza di Massimo Troisi omaggia Luca De Filippo

luca de filippoSan Giorgio a Cremano – La Piazza col nome di Massimo Troisi ha ospitato, ieri sera , un tributo a Luca De Filippo. Un incontro simbolico tra due grandi maestri della scena napoletana, i quali hanno raccontato trasversalmente le anime di Napoli, i suoi molteplici umori e i frammenti di vita, dentro e fuori le mura di casa.

L’evento, “Natale con la meglio gioventù”, ha visto un palco sinergico che ha alternato musica a rappresentazioni teatrali e dimostrazioni di Kung fu; la Meglio gioventù è quella che si sacrifica per un’idea, la quale non si ferma dinnanzi alla mancanza di risorse materiali, alla carenza strutturale o istituzionale. È questo il messaggio che i componenti di Cremano Giovani hanno voluto trasmettere, adoperandosi per la realizzazione della serata.

Un evento mosso dalla morte di Luca De Filippo, al quale i ragazzi di Nest e la compagnia Solachianielli (dell’associazione giochi, immagini e parole) hanno dedicato la rappresentazione di un atto unico di Eduardo: “Pericolosamente”.

Ad esibirsi nella piazza del Natale giovani cantautori e gruppi emergenti del Vesuviano, i quali hanno rappresentato il fervore culturale ed artistico che vive nel tessuto culturale di una generazione desiderosa di riscatto e di opportunità.12064353_10207164401462566_1820719272_n

L’organizzazione è avvenuta nell’ambito degli eventi promossi dall’Assessorato alle attività produttive Annarita D’Arienzo, la quale dallo scorso luglio, si occupa anche delle Politiche Giovanili. “Quando le cose funzionano” ci spiega la D’Arienzo i risultati non tardano ad arrivare. L’obiettivo di questa serata era quello di attuare una collaborazione sinergica tra le istituzioni, i giovani e le realtà associazionistiche. La Bluink, azienda austriaca, ha, di fatto, abbracciato il progetto, sostenendolo e ha offerto il palco per questa serata. Questo è simbolo di come lavorare assieme, funziona”.

Inoltre, la collaborazione ha riguardato anche alcune attività commerciali della piazza, le quali hanno contribuito alla serata con prezzi speciali e offerte per il pubblico, come bibite, stuzzicherie e altri articoli da ristoro.

Al comune di San Giorgio è stato donato dai ragazzi di Archiwood, durante la serata, un albero di natale realizzato in Pallet, emblema dell’importanza dell‘eco – sostenibilità e del riciclo, componenti necessari nella gestione della politica cittadina in vista del bene collettivo.

E collettiva è stata la sana condivisione di Piazza Troisi, in una San Giorgio che ha la forte necessità di esprimersi e di incontrarsi, in cui si sente forte il bisogno di spazi.

“Il bilancio comunale non ci ha permesso di istallare in tutte le strade le luminarie“, afferma l’assessore, “ma l’abbiamo fatto nelle zone nevralgiche. Tuttavia questa serata dimostra che non abbiamo i fondi, ma abbiamo i giovani”.

Chiediamo poi al sindaco Giorgio Zinno le sorti di Villa Bruno, la quale rappresenta una location singolare per gli eventi, soprattutto culturali, che riguardano San Giorgio, ma che, tuttavia, non possiede neanche più un bar al suo interno o un punto di ristoro:

” Con il progetto delle nuove aule studio, delle zone adibite per le mostre e per gli eventi e la creazione di un nuovo bar, si prevede, a breve, per Villa Bruno una nuova dimensione in un’area che diventerà un mondo culturale”.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più