Comune di Napoli: tutto pronto per la richiesta del reddito minimo garantito

reddito minimo garantito napoli

Il Comune di Napoli si prepara ad accogliere giovani disoccupati, precari e tutti coloro che non hanno alcun reddito, per la raccolta firme per il Reddito Minimo Garantito, che ha lo scopo di combattere la povertà e dare modo alle famiglie in difficoltà di vivere dignitosamente: “La proposta di legge 47 istituisce il Reddito Minimo Garantito, inteso come misura economica transitoria finalizzata al contrasto della povertà dell’esclusione sociale e a rendere effettivo il diritto al lavoro”.

Il Reddito Mino Garantito sarà erogato ogni mese dal proprio Comune di residenza e sarà comulabile con gli altri interventi di enti pubblici. In caso di cambiamenti sul lavoro, in famiglia o al patrimonio, il beneficiario è tenuto a comunicare il tutto al Comune, che deciderà se annullare o sospendere il diritto al Reddito Minimo Garantino. Il beneficiario è inoltre “tenuto a offrire la propria disponibilità per l’espletamento di attività utili alla collettività presso Enti locali o altri enti pubblici o privati”.

La raccolta firme per aderire alla suddetta proposta di legge sarà attiva fino al 28 febbraio 2016 presso le sedi della municipalità. Per info su orari e indirizzi dei locali aderenti clicca qui.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più