Bastonati e murati vivi: volontari smantellano la baracca dell’orrore

cani murati vivi

Una terribile scoperta a San Michele di Serino, un piccolo comune in provincia di Avellino, dove una volontaria dell’Anpana (Associazione Nazionale Protezione Animali Natura e Ambiente) ha assistito ad una scena di violenza inaudita: un cane è stato picchiato a sangue con una mazza da baseball fuori una baracca in muratura e lasciato agonizzante a morire tra atroci sofferenze.

Secondo quanto riporta il Corriere del Mezzogiorno, la costruzione si trova in un’area privata e, solo in un secondo momento, la volontaria ha potuto portare i soccorsi nella zona scoprendo una situazione ben più tragica. La baracca, infatti, conteneva almeno una dozzina cani in situazioni pietose. Lo stabile era murato dall’esterno: sarebbe dovuta diventare una tomba per i poveri animali, ma la gente del posto aveva cercato di aiutare le bestiole creando un buco nel muro per passare loro acqua e cibo.

Il cane bastonato è stato medicato dai veterinari Asl che gli hanno riscontrato una frattura alla mascella ed hanno bloccato l’emorragia facciale causata dai colpi pesanti della mazza. Intanto l’Anpana ha sporto denuncia contro ignoti per fare giustizia sui mostri che hanno ideato simili atrocità.

Potrebbe anche interessarti