Terra dei Fuochi. Fiaccolata per le vittime di tumore e per il diritto alla salute

terra-dei-fuochi

I dati dello studio realizzato dall’Istituto Superiore di Sanità che hanno riguardato la Regione Campania hanno messo in evidenza in maniera inoppugnabile un deciso aumento delle patologie tumorali, che riguardano anche i bambini, in questa parte di territorio, ormai famosa come Terra dei Fuochi, che coincide quasi totalmente con la Provincia di Caserta, dati confermati dall’ASL Caserta che ha registrato una incidenza enorme di morti per tumore in particolare relativi al colon retto, alla cervice uterina e alla mammella.

A fronte di tale situazione che sta creando vivo allarme sociale le Segreterie CGIL, CISL e UIL Confederali, unitamente alle Federazioni di Funzione Pubblica, hanno programmato una serie di manifestazioni tese a sensibilizzare le Istituzioni, i Rappresentanti Politici e le Associazioni laiche e religiose sul tema fondamentale della protezione dell’ambiente e della salute che incidono in maniera forte sulla qualità di vita dei cittadini della nostra Provincia.

I provvedimenti di continua riduzione del finanziamento alla Sanità hanno, infatti, determinato nel corso degli anni una riduzione dei servizi sanitari che non è più compatibile con la grave situazioni esistente in Provincia di Caserta e che farà sentire i suoi effetti più deleteri negli anni a venire.

CGIL, CISL e UIL chiedono, pertanto, che si realizzino:

– una rete appropriata dell’Assistenza Domiciliare;

– una campagna di screening di prevenzione a partire dalle scuole e dai luoghi di lavoro;

– lo sblocco delle assunzioni e la stabilizzazione del personale precario, con una dotazione organica appropriata per la rete oncologica;

– il potenziamento delle attrezzature diagnostiche;

– un’adeguata rete di posti letto ad alta specializzazione per evitare i continui viaggi della speranza fuori Regione

CGIL, CISL e UIL impegnano le Istituzioni a fare la loro parte nei confronti del Governo Centrale e della Regione Campania affinché si ottenga un deciso rilancio della Sanità in Provincia di Caserta che possa rispondere in maniera appropriata e senza ritardi alla gravissima emergenza sanitaria e sociale che ormai non può essere più sottovalutata.

Pertanto il giorno 5 febbraio 2016 le Segreterie Confederali e di Federazione della Funzione Pubblica CGIL, CISL e UIL hanno indetto una prima giornata di mobilitazione con fiaccolata per le strade della città capoluogo per il potenziamento dei servizi sanitari di prevenzione, diagnosi e cura per le patologie oncologiche.

La Fiaccolata si svolgerà il giorno 5 febbraio 2016 secondo le seguenti modalità:

  • Ore 17,30 Concentramento Piazza Garibaldi (piazzale della Stazione Ferroviaria di Caserta);
  • Ore 18,00 Avvio della fiaccolata
  • Ore 20,00 Duomo di Caserta dove sarà celebrata la S. Messa da S.E. Il Vescovo di Caserta

Si invitano la cittadinanza, le istituzioni, le associazioni, le istituzioni scolastiche, le forze politiche a partecipare. Sono inaccettabili le condizioni di vita dei cittadini della Terra dei Fuochi, ma ancor di più lo è l’indifferenza delle istituzioni davanti a tante morti bianche, non ultima quella di ieri del giovane Rosario morto a soli 19 anni per una leucemia.

cisl2

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più