Maxi-sequestro a Terzigno: parassiti in 12 tonnellate di alimenti pronti per la vendita

nas

Il reparto NAS dei Carabinieri di Napoli ha effettuato una verifica igienico-sanitaria presso uno stabilimento alimentare di Terzigno, situato in via Alessandro Volta. Secondo quanto ha riportato “il Fatto Vesuviano”, la situazione degli alimenti conservati all’interno del complesso era disastrosa: i prodotti pronti ad essere immessi nel commercio a breve, per lo più frutta secca e legumi, sono stati trovati pieni di parassiti, pidocchi ed altri insetti, in condizioni igieniche pessime.

12 tonnellate di merce sono state sequestrate e, fortunatamente, levate dal commercio: il valore totale dei prodotti sequestrati si aggira intorno a mezzo milione di euro. I NAS, inoltre, hanno provveduto a chiudere un capannone e un punto di lavorazione della stessa azienda. Si tratta di un’area di oltre 3.000 metri quadrati che è stata adibita a discarica abusiva di materiali ferrosi ed altri tipi di rifiuti non smaltibili. Restano aperti altri due punti di lavorazione della ditta, dove i Carabinieri non hanno rilevato violazioni, ma il titolare della ditta è stato denunciato ed è ancora a piede libero.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più