Loading...

Giugliano. Raccoglieva soldi per bambini malati di cancro: così truffava la gente

polizia

Giugliano – Una truffa che non colpisce tanto per la somma estorta alle vittime, quanto per il modo spietato in cui si è approfittata dei sentimenti e della pietà nei confronti di bambini malati. Una donna di 36 anni, L. F. di Afragola, è stata fermata, oggi, dagli Agenti del Commissariato di Polizia di Giugliano, diretti dal primo dirigente Pasquale Trocino. Stando a quanto riporta il mattino, la truffatrice sarebbe riuscita ad estorcere 5 euro ad una 34enne di Giugliano, in via Ripuaria, con la scusa di essere membro di un’Onlus adibita a raccogliere fondi per i bambini malati di cancro.

Per avvalorare la menzogna la donna avrebbe consegnato anche numerosi depliant e volantini appartenenti ad una vera associazione attiva nella zona. La vittima, però, si è accorta della truffa ed ha subito allertato le Forze dell’Ordine che sono arrivate per fermare la truffatrice. I depliant sono stati sequestrati ed è stata avvisata l’associazione realmente esistente di modo che simili eventi non possano più accadere. La donna ha giustificato un simile atto come l’unico modo per sopravvivere ad una situazione economica disastrosa: ha, infatti, dichiarato di vivere con tre figli ed un marito, attualmente, sotto arresti domiciliari. La truffatrice è stata comunque denunciata e si sta indagando per scoprire se abbia già truffato altri ignari benefattori.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più