Ristrutturare casa: ecco i 10 errori da evitare per non farlo diventare un incubo

ristrutturazione garantita domenico moscatielloL’arrivo della Primavera, oltre a risvegliare la Natura e rinverdire l’ambiente che ci circonda, inaugura la stagione delle ristrutturazioni e in generale dei lavori in casa, grazie a un clima più favorevole che consente di ovviare a situazioni che possono essere alquanto scoccianti. L’Inverno, in questo modo, funziona un po’ da incubatore di idee per progettare nella propria testa come sarà la casa dei nostri sogni, quale sarà il suo aspetto, che caratteristiche avrà, quali esigenze dovrà soddisfare affinché l’abitazione sia davvero un nido, il prolungamento della nostra persona.

Chi ha effettuato dei lavori in casa almeno una volta, tuttavia, sa bene che la sua idea di casa dovrà inevitabilmente scontrarsi con 3 grandi problemi che, a volte, possono trasformare un sogno in un vero e proprio incubo. Vediamoli:

a) aumento sproporzionato del prezzo rispetto a quello indicato dal preventivo;
b) allungamento spropositato dei tempi di consegna;
c) nessuna garanzia reale che metta davvero al riparo dai problemi legati alla ristrutturazione.

Per evitare questi problemi abbiamo chiesto il parere ad un esperto, Domenico Moscatiello, da sempre impegnato in questo settore, fino a iperspecializzarsi in sole ristrutturazioni d’interni.

“Avere un solo focus permette di avere un vantaggio competitivo enorme su chiunque competitor, grande o piccolo che sia, e offrire allo stesso tempo un servizio eccellente alla committenza che va spesso oltre le aspettative. Avere un solo focus per 24 ore al giorno permette di ottenere una SPECIALIZZAZIONE quasi fuori dal comune che è senz’altro la chiave per il successo di qualsiasi attività, questo vale soprattutto nel nostro settore, dove la realizzazione di interni esclusivi e di prestigio richiede uno studio iniziale molto approfondito nonché un’attenzione ed una precisione millesimale nelle fasi di realizzazione. Avere un unico focus permette infatti di formare, ed appunto SPECIALIZZARE, gli addetti ai lavori, il team, i tecnici e chiunque altro ruoti intorno ad un cantiere, conoscendo quali sono quindi in anticipo eventuali problemi. Ecco perché possiamo offrire la nostra Triplice Garanzia: TEMPO-COSTO-DURATA. Molta gente ha un po’ di diffidenza iniziale e non crede alla nostra Triplice Garanzia, perché sembrerebbe troppo bello per essere vero… Ed invece possiamo tranquillamente rispettare quanto esterniamo proprio perché siamo iperspecializzati”.

Coerente al suo pensiero, non realizza infatti altro in edilizia, come al contrario spesso si vede in fare giro, o dando un’occhiata in rete, ad alcuni competitor che realizzano dalle case alle facciate esterne dei condomini, dalla costruzione di edifici alla ristrutturazione di attività commerciali, uffici e addirittura opere stradali. Qual è il problema? È che il tutto è svolto sempre dallo stesso personale…

Creatore del brand “Ristrutturazione Garantita”, realtà Napoletana in piena espansione dedicata a realizzazioni di interni di alto profilo – che conta ormai 42 addetti tra dipendenti diretti ed indotto – nonché autore del libro “Ristrutturare è un incubo -se non sai come farlo-“. Grazie alla sua ampia esperienza nel settore, nonostante la giovane età, ci ha spiegato, in sintesi, quali sono i dieci errori da evitare per non incorrere in ristrutturazioni da incubo.

1) Scegliere l’Impresa Edile soltanto in base al prezzo più basso praticato tra i molti preventivi richiesti. Se un’impresa è molto costosa non significa automaticamente che lavorerà meglio, ma se un preventivo è molto economico vuol dire che, spesso, c’è qualcosa sotto. È un campanello d’allarme, non un’opportunità.

2) Scegliere un’impresa che abbia un organico medio annuo inferiore a 7 unità lavorative. Se un’impresa dimostra di avere in media almeno 7 unità lavorative, da più anni, vuol dire che è una società solida e con continuità lavorativa. Chi ne presenta di meno si affida a personale esterno, i cosiddetti cottimisti, quasi sempre non specializzato.

3) Affidarsi a una Ditta Individuale. Una ditta individuale è quella in cui il titolare fa anche l’operaio, eseguendo in prima persona i lavori, magari aiutato dal figlio o dalla moglie in “amministrazione”. Nel caso si verificassero dei problemi, se il titolare ammette che siano dovuti a un suo errore molto spesso non ha i soldi per intervenire; se invece dovrete citarlo in giudizio, anche nel caso in cui vinciate la causa il soggetto in questione quasi sempre non ha nulla da attaccare legalmente, dunque avreste perso ulteriore denaro. Conviene così accettare di aver perso i soldi spesi e cominciare nuovi lavori, stavolta scegliendo bene l’impresa.

4) Scegliere un’Impresa Edile di grandi dimensioni come una S.p.a. per un lavoro di portata inferiore alla sua media lavorativa. Aziende di grosse dimensioni di solito compiono lavori di grosse dimensioni, come appalti pubblici o grandi costruzioni, come appalti pubblici o grandi costruzioni. Per questo motivo, le specializzazioni e le abitudini degli operai saranno ben diversi da quelli che dovrebbe avere un operaio specializzato in ristrutturazioni di case, così come saranno diversi attrezzature e macchinari rispetto a quelli realmente adatti allo scopo. L’attenzione dedicata a voi sarà parecchio inferiore rispetto ad appalti da milioni di euro. Questo significa trovarsi davanti a delle situazioni potenzialmente disastrose a lavori ultimati.

5) Scegliere un’Impresa Edile che non dà Garanzie Reali, Dimostrabili e per Iscritto. Non si tratta qui soltanto delle garanzie previste dalla legge, che pure non sono quasi mai rispettate, ma ad altre, forse più importanti, come ad esempio la certezza che i lavori durino il tempo prestabilito, che non ci siano aumenti dei costi, che il pagamento sia posticipato a garanzia dei committenti, garanzia sugli importi erogati come anticipo, garanzia di ripristino di un’opera non andata a buon fine a titolo gratuito, immediatamente e oltre i 2 anni previsti dalla legge.

6) Non visionare il contratto d’appalto prima che sia firmato. Spesso i contratti sono firmati dai committenti senza averli letti con attenzione, o magari si firmano contratti “prestampati” con scritte in piccolo, con la conseguenza di aver di fatto “autorizzato” un’impresa a fare delle brutte sorprese, prima di tutto l’aumento dei costi per i lavori già preventivati e dei tempi di consegna.

7) Non richiedere una documentazione con lavori eseguiti e testimonianze di altri clienti prima di firmare il contratto. È importante avere un riscontro dei lavori eseguiti dall’impresa in passato, con foto prima-e-dopo, indirizzi delle abitazioni dove sono stati fatti i lavori, recapiti di almeno 5 committenti, nominativi dei tecnici e degli amministratori dei relativi lavori. In tal modo l’impresa fa trasparenza su sé stessa, perché il cliente può verificare di persona il suo modo di lavorare.

8) Scegliere un progettista non specializzato nello stile in cui si vuole realizzare il proprio sogno. Spesso un’unica persona fa sia da progettista che da tecnico che controlla e dirige i lavori. In realtà i veri professionisti specializzati o sono esperti della progettazione (e in particolare di qualche campo e/o settore) o della direzione tecnica del cantiere; far ricoprire entrambi i ruoli alla stessa persona risulta essere il problema più grande di tutti.

9) Affidare al progettista la direzione dei lavori (e la scelta dei materiali). Il D.L., ossia Il “direttore dei lavori”, è una figura che dovrebbe essere in grado di controllare lo svolgimento dei lavori, delle opere e soprattutto di come si stanno eseguendo dal punto di vista tecnico.

10) Non farsi realizzare il “cronoprogramma” e non verificare personalmente lo svolgimento dei lavori ogni 15 giorni. È importante avere un cronoprogramma, anche se molto semplificato, in modo da poter controllare pure in prima persona l’andamento e lo svolgimento dei lavori. Effettuando il controllo almeno ogni 15 giorni è possibile riprendere e chiedere spiegazioni per eventuali ritardi, in particolar modo se si ha l’esigenza stringente che la ristrutturazione venga ultimata nei tempi prestabiliti.

Questi sono, in breve, i 10 errori da evitare affinché ristrutturare non diventi un incubo, ma, se dovete ristrutturare, vi consigliamo di scaricare il report completo e in maniera del tutto gratuita cliccando qui.

Domenico Moscatiello, imprenditore edile titolare dell’impresa “A.D. Impianti e Costruzioni srl”, risolve questi problemi con “Ristrutturazione Garantita”, un sistema da lui creato e specifico per ristrutturazioni di abitazioni private. Ristrutturazione Garantita consiste in tre punti:

a) Prezzo Bloccato. Sulle opere appaltate non potrà esserci nessun aumento del prezzo. Il prezzo a contratto non potrà subire nessun aumento nemmeno in caso di opera mancante per colpa di chi ha redatto l’offerta iniziale;
b) Tempi di Consegna Certi. Sconto automatico del 5% sul totale dell’importo pattuito anche per un solo giorno di ritardo. Penale di € 50,00 per ogni giorno di ritardo rispetto alla data concordata per contratto all’inizio dei lavori;
c) Estensione della Garanzia. Una volta terminati i lavori ti daremo 3 anni di garanzia in più rispetto ai 2 richiesti per legge sull’esecuzione a regola d’arte dei lavori. La garanzia sarà estesa a vita per lavori superiori a € 290.000.

Riguardo al libro da lui scritto ecco cosa ci ha detto:

ristrutturare è un incubo se non sai come farlo

“Il mio primo obiettivo, con Ristrutturazione Garantita, è far vivere l’esperienza ristrutturazione un periodo piacevole, anzi ENTUSIASTA, della propria vita. 

Io così trovo che dovrebbe essere il momento in cui, finalmente, dopo tanto impegno e sacrifici, è arrivato il momento di realizzare la propria casa dei sogni!

Il libro l’ho scritto per amore di condivisione verso questo settore. Sapendo che Ristrutturazione Garantita è orientata ad interni di alto profilo – e quindi non accessibile a tutti – con il libro ho condensato tutto ciò che potevo in modo da mettere in guardia dai maggiori problemi chiunque debba fare dei lavori di ristrutturazione e con una marea di consigli ed informazioni (a bassissimo costo se si pensa che per una ristrutturazione, dove si spenderanno 30 / 40 / 80 mila euro, il costo del libro che potrebbe far evitare dei gravi errori , che costeranno MOLTO CARO , è veramente un costo irrisorio).

Leggendo solo l’indice del testo si capisce l’importanza del contenuto. Solo il capitolo con lo script di un preventivo tipo si evita l’aumento dei prezzi in corso d’opera!

La lettura del testo la consiglio a CHIUNQUE prima di mettere mano ai lavori o anche pensare di chiamare qualcuno. Ora, se cadete nei soliti 3 errori è SOLO colpa vostra”.

Il libro è venduto dallo store on-line “You Can Print” e per ringraziarci dell’intervista e dell’attenzione che i lettori hanno prestato leggendo fin qui, mette a disposizione (solo se cliccando dal link di questa pagina) uno sconto del 20% sul prezzo di copertina del libro.

Basta inserire il codice sconto 027031
cliccando al seguente link : http://www.youcanprint.it/youcanprint-libreria/narrativa/ristrutturare-un-incubo-se-non-sai-come-farlo.html

Ecco l’indice del libro:
Premessa
Introduzione
CAPITOLO 1 : Cosa bisogna sapere prima di comprare una casa da ristrutturare
CAPITOLO 2 : Cosa bisogna sapere prima di ristrutturare una casa
CAPITOLO 3 : La differenza tra un’impresa edile e una ditta individuale
CAPITOLO 4 : I nove errori che l’87% delle persone commette quando deve ristrutturare casa
CAPITOLO 5 : Le pubblicità fasulle online
CAPITOLO 6 : Come e cosa richiedere in un preventivo
CAPITOLO 7 : L’importanza del progettista
CAPITOLO 8 : Si o no al direttore dei lavori?
CAPITOLO 9 : Garanzie consigliate da richiedere
CAPITOLO 10 : Autorizzazioni (DIA, CIL, SCIA, OCCUPAZIONE SUOLO) – Cosa sono e chi può richiederle
CAPITOLO 11 : Documentazione obbligatoria da richiedere all’impresa
CAPITOLO 12 : Bozza di contratto “tipo”
CAPITOLO 13 : Mini guida alla detrazione fiscale del 50% per ristrutturazione e del 65% per risparmio energetico
CAPITOLO 14 : B O N U S !
CONCLUSIONI
RINGRAZIAMENTI

Il sito internet ufficiale di Ristrutturazione Garantita, che potete raggiungere cliccando qui, contiene numerosi approfondimenti e risposte a interrogativi che chi deve ristrutturare casa si pone, o dovrebbe, porsi per evitare brutte sorprese. Qui ve ne presentiamo alcuni:

– La cosa più importante da fare PRIMA di richiedere un preventivo per ristrutturare casa. Il progettista è una figura IMPORTANTISSIMA per vari motivi che leggerai. Arriva solitamente prima di tutti gli altri (impresa, tecnico e fornitori vari) perché è chiamato già quando si inizia a pensare di ristrutturare casa, e deve aiutarti a definire la modalità e lo stile di casa che vuoi realizzare, progettandola secondo le tue richieste o esigenze (Continua a leggere).

– Quanto Tempo occorre per ristrutturare casa? Uno dei pensieri che fanno letteralmente TREMARE chi deve affrontare la ristrutturazione della casa è il tempo di realizzazione dei lavori, o meglio: la fine dei lavori che sembra non arrivare mai (Continua a leggere)

– Ecco come evitare un DISASTRO nella scelta dell’impresa edile. Esistono due tipologie di imprese edili da tenere assolutamente alla larga per non ritrovarsi con un disastro in casa (Continua a leggere)

– Quanto costa ristrutturare una casa da 100 mq? La domanda che più spesso si pone chi deve ristrutturare casa riguarda i costi che dovrà affrontare, ma non sa che si troverà davanti a problemi che mai si sarebbe aspettato (Continua a leggere)

Potrebbe anche interessarti