“Messenger”, oltre la chat: ecco 15 trucchi che non conoscete, tutti da scoprire

Facebook Messenger trucchi

Sono circa 900 milioni gli utenti che utilizzano costantemente e quotidianamente l’applicazione di Messenger. Non tutti conoscono, però, le sue molteplici funzionalità, o almeno quelle che vanno “oltre” la chat e la semplice messaggistica. E’ bene, dunque, chiarire qualche dubbio a riguardo e far luce su alcuni punti…15, per l’esattezza.

1- Per utilizzare Messenger non è necessario scaricare Facebook: è possibile, per chiunque voglia evitare l’app di Facebook sul proprio smatrphone, infatti, aprire un account collegato al proprio numero di telefono e scaricare l’app, oppure collegarsi a Messenger.com e iscriversi.

2- Arrivano i Chatbot su Messenger, grazie ai quali utenti ed aziende potranno interagire. Attraverso questa forma di intelligenza artificiale, infatti, sarà possibile incorrere in molteplici attività: dall’aggiornamento sulle news, al controllo orario degli aerei.

3- Disponibile al momento soltanto nella “versione americana”, attaverso Messenger, la prenotazione di una corsa può essere effettuata attraverso Uber, o con Lyft. Basterà, per ciascun utente, cliccare sull’indirizzo di destinazione ed attendere la conferma direttamente all’interno della chat.

4- La geolocalizzazione: è possibile, tra gli utenti dell’applicazione, la condivisione della propria posizione, utile, ad esempio, laddove ci si voglia incontrare.

5- All’interno di messenger possono essere inserite delle mini-applicazioni: tra queste, ad esempio, Bitmoji per inviare grafica personalizzata, e DropBox per la condivisione di file.

6- L’ app ha provveduto, poi, alla presenza di due due mini-game; tra questi, il primo dedicato al basket; il secondo invece, agli scacchi, e sarà possibile accedervi digitando  “@fbchess”.

7- E’ possibile, inoltre, personalizzare le conversazioni, utilizzando soprannomi per gli amici, modificando la grafica, e aggiungendo emoji personalizzati.

8- Disponibile anch’essa solo nella versione americana, la nuovissima funzione di Messenger, prevede lo scambio di denaro: attraverso delle carte collegate a un conto corrente bancario o a un credito precaricato, e selezionando l’icona del dollaro nella finestra della chat, basta inserire l’importo e poi cliccare su “paga”, per portare a termine l’operazione. Nel giro di massimo tre giorni i soldi saranno sul conto del destinatario.

9- Lo sapevate, poi, che le video-chiamate su Messenger sono gratuite? Basta cliccare sull’icona della telecamera in alto a destra ed il gioco è fatto. Cliccando invece sull’emoticon del telefono in alto, è possibile effettuare chiamate di gruppo, per un massimo di 50 persone.

10- Così come accade con WhatsApp, anche su Messenger possono essere registrati dei messaggi vocali, soltanto più brevi.

11- E’ possibile inviare o ricevere richieste di messaggio da parte di chi non è nostro amico su Facebook. In quel caso, spesso, i messaggi arrivano sottoforma di spam; è sempre bene, dunque, controllare anche nell’apposita cartella.

12- Attraverso la scansione del “codice” di un utente, è possibile chattare ed interagire con esso senza cercare il suo nome in rubrica.

13- Disattivare una conversazione? Si può. Basta cliccare sul nome della persona o della chat e “stoppare” per il tempo desiderato gli avvisi per quella stessa chat.

14- Attraverso la funzione “Photo Magic” è possibile cercare sul proprio telefono fotografie dove compaiono i nostri amici ed inviarle loro direttamente attraverso Messenger.

15- Come capire, invece, se il messaggio è stato consegnato e letto? Tutto sta nell’osservare il “cerchio blu”: quando il cerchio è spuntato significa che è partito; quando il cerchio diventa blu è stato recapitato; e, quando la foto del nostro amico compare, in versione molto ridotta, a destra del nostro messaggio, vuol dire che il messaggio è stato letto.

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più