Gli scavi di Ercolano saranno ingranditi

Scavi di Ercolano

Le costruzioni dell’antica Roma vivranno nuovi fasti negli scavi di Ercolano. Si procederà a nuovi scavi con l’ingrandimento dell’attuale parco archeologico. La buona notizia per la città è arrivata ieri quando il Ministro per i Beni culturali Massimo Bray e la Fondazione Istituto Packard hanno firmato un’intesa.

L’accordo prevede di scavare ancora per portare alla luce le meraviglie dell’epoca Romana presenti sotto le case moderne della città. E’ stata acquistata una nuova area con la conseguente demolizione di immobili ormai fatiscenti e la messa in sicurezza dello stesso parco archeologico.

Sulle colonne de Ilmattino.it, esprime la sua soddisfazione il ministro per la Coesione Territoriale, Carlo Trigilia: “L’intesa – ha aggiunto il Ministro, che coordinerà l’azione istituzionale necessaria per realizzare gli interventi nel quadro del più generale processo di sviluppo dell’area – rappresenta un modello di riferimento, grazie alla collaborazione di un investitore come Packard, che in questo modo dimostra di avere fiducia e di sostenere l’azione pubblica su quel territorio. Si tratta, infatti – conclude Trigilia – di un progetto che accompagna e integra l’azione che stiamo portando avanti per Pompei, attivando le risorse anche in vista dell’evento Expo 2015 che farà da volano a un rilancio del turismo culturale internazionale su tutto il territorio nazionale. A questo impegno daremo continuità avviando il Programma Operativo Nazionale (Pon) Cultura nell’ambito del nuovo ciclo di programmazione dei fondi europei 2014 – 2020″.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più