Approvati i finanziamenti per la riqualificazione di Napoli est: ecco dove interverrà il comune

Napoli Est
Napoli Est

Napoli est (Poggioreale, Barra, San Giovanni a Teduccio e Ponticelli) è una delle zone più bistrattate della provincia di Napoli. Poca l’attenzione posta dal sindaco Luigi De Magistris alla zona est della sua città. Tuttavia ieri c’è stata la svolta.  Difatti il Comune di Napoli, insieme alla Regione Campania, ha programmato la copertura economica degli interventi già finanziati con il POR FESR 2007-2013 non conclusi entro il termine del 31 dicembre 2015.

Ieri il Comune di Napoli ha preso atto dell’avvenuto finanziamento degli interventi di propria competenza inseriti nel decreto regionale 43\2016. Tra i vari finanziamenti approvati dal comune particolare importanza è dedicata al progetto di riqualificazione urbana dell’area portuale di Napoli est.

LEGGI ANCHE
Bodo: il tatuaggio degli affiliati al Clan Di Micco di Ponticelli

Le opere in questione sono già in corso d’opera o in fase d’assegnazione dell’appalto. Il finanziamento complessivo fissato per Napoli est ammonta a 71,5 milioni di euro e riguarda:

– Riqualificazione urbanistica e ambientale di via Ferraris, via Brecce a sant’Erasmo, via Gianturco e via Nuova delle brecce, per circa 12,0 milioni di euro;

– Riqualificazione urbanistica e ambientale dell’asse costiero: tratta via Vespucci-via Ponte dei francesi, per circa 23,3 milioni di euro;

– Rifunzionalizzazione sistema fognario di Volla, per circa 7,9 milioni di euro e di San Giovanni, per circa 23,3 milioni di euro ;

– Riqualificazione urbanistica e ambientale asse costiero: corso San Giovanni;

– Realizzazione sistemi di videosorveglianza e adeguamento della caserma dei Vigili del fuoco, per circa 5,0 milioni di euro.

LEGGI ANCHE
Un (Lungo) mare di libri. Evento rimandato a causa del maltempo

Oltre a questi importanti finanziamenti per Napoli est, il comune ne ha stabiliti degli altri per il resto della città. Si avrà:

– Il Completamento della linea metropolitana 6, lotto San Pasquale-Municipio, per circa 74,9 milioni di euro;

– L’acquisto del materiale rotabile della linea metropolitana 1, per 98,0 milioni di euro;

– Il Centro storico di Napoli, valorizzazione del sito Unesco, per circa 96,6 milioni di euro;

– Infine, la Riqualificazione urbana dell’area e dei beni culturali e architettonici della Mostra d’Oltremare, per circa 44,8 milioni di euro

Potrebbe anche interessarti