Elezioni. Napoli sparisce dalla tv, così i media nazionali hanno trattato la città

ElezioniNapoli sparisce dalla tv, quando non si tratta di camorra o di efferati omicidi non fa notizia. Il rieletto sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, ha commentato a caldo la sua vittoria denunciando quanto i programmi televisivi ieri sera abbiano spento i riflettori sulla città.

Sarà che i grandi partiti non hanno recitato un ruolo da protagonista, sarà che il sindaco osteggiato dai poteri forti non meritava le telecamere. Quanto accaduto deve far pensare: su La7 stranamente negli exit poll, tra i dati delle maggiori città, mancava Napoli, le conversazioni e le speculazioni politiche in studio erano tutte concentrate su Roma, Torino e Milano. Quasi come se nel capoluogo partenopeo non si fosse votato.

In Rai l’andazzo è diverso, tra exit poll e proiezioni, la vittoria schiacciante di De Magistris è certificata ma al termine dello scrutinio, al sindaco di Napoli viene riservato meno di un minuto mentre per il primo cittadino di Milano è concesso uno spazio interminabile con dichiarazioni fiume.

Napoli si scopre ancora una volta discriminata, ridimensionata al rango di piccola città. Così i media nazionali hanno trattato la capitale del Sud.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più