Da Napoli a Dimaro: percorsi, tempi e costi per chi vuole seguire il ritiro degli azzurri

dimaro-ritiro-napoli

Eccola qui la bella stagione, il periodo dell’anno in cui si stacca la spina e si viaggia, con il corpo e con la mente, alla ricerca del meritato relax dopo un anno di stress. Per gli appassionati di calcio l’estate non è altro che un pendolo che oscilla tra la noia e il dolore dovuti al fatto che i campionati sono fermi: si riprende, di solito, a fine agosto, quando gran parte dei vacanzieri fa ritorno nella sua mesta quotidianità. Una soluzione per chi proprio non riesce a stare lontano dalla squadra del cuore c’è e ha un nome specifico: ritiro! I tifosi più appassionati possono seguire le gesta dei propri beniamini semplicemente scegliendo come meta estiva il luogo dove ha sede il ritiro pre-campionato del team d’appartenenenza. Ogni squadra ha un suo posto speciale: la Società Sportiva Calcio Napoli ad esempio è un habitué di Dimaro, un’arieggiata cittadina di 1300 abitanti che si erge a circa 800 metri di altitudine nella provincia autonoma di Trento.

Ma come si raggiunge Dimaro? E quanto costa stare accanto al Napoli impegnato nel ritiro estivo? Prendiamo in analisi i tre modi più classici: l’automobile, il treno e l’aereo. Con l’auto bisogna munirsi di pazienza e spirito di sacrificio, si può scegliere di viaggiare coteggiando l’Adriatico (Autostrada A14) per poi accentrarsi in Emilia Romagna e salire attraverso un pizzico di Lombardia e il Veneto per poi sfociare nel Trentino-AltoAdige; in alternativa si può guidare lungo la comoda Autostrada del Sole per poi riprendere la procedura tagliando da Firenze verso Bologna e proseguire su per il percorso già descritto. Una volta arrivati a Dimaro, il vostro portafogli sarà più sgonfio, considerata la spesa media di 155 euro (circa 57 di pedaggio, il resto è la spesa per il carburante). Il tutto in almeno 9 ore di scalata.

Ma sì, meglio buttarsi nel comfort del treno: con Ferrovie dello Stato si arriva (cambiando prima a Bologna) fino a Trento, dove poi si è obbligati a prendere un trenino che porta dritto al cuore della Val di Sole. Prezzo stimato: 80 euro con 7 ore e mezzo di tempo medio. Se si opta per ItaloTreno bisogna fermarsi a Verona, poi continuare verso Trento: si spenderebbero circa 20 euro in meno, ma c’è il contro del numero inferiore di corse effettuate dal treni NTV.

Infine, per chiudere il capitolo “come raggiungere Dimaro”, esaminiamo l’opzione aereo: da Capodichino con 120 euro si vola fino a Verona, dalla città di Romeo e Giulietta si può percorrere l’itinerario citato prima (treno fino a Trento e trenino regionale che attraversa la Val di Sole). Ovviamente, tutti i costi finora menzionati vanno moltiplicati per due, ovvero per il ritorno, sempre se avete intenzione di tornare a Napoli.

Pernottare a Dimaro porta con sé il fascino della natura che si esprime nelle sue massime manifestazioni. Dormire una notte ad un passo dal ritiro del Napoli – in una camera doppia -, costa almeno 120 euro ma appena fuori Dimaro il prezzo si abbassa notevolmente. Si possono trovare grandi occasioni nei paesini limitrofi, anche su cifre intorno ai 70 euro. Adesso avete tutte le informazioni del caso, è giunto il momento di decidere. E soprattutto, di convincere la vostra metà a privarsi del mare per seguire il ritiro del grande Napoli.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più