Strisce blu: quando è possibile parcheggiare gratis senza grattino

parchimetro

“Dal 1° luglio è scattato l’obbligo imposto dalla legge di Stabilità 2016 per i Comuni di adeguare i dispositivi di controllo della durata della sosta a pagamento per consentire l’uso di bancomat o carte di credito”: questo è ciò che sostiene lo Studio Cataldi. A quanto pare, quindi, è scattato il dovere, per tutti i comuni, imposto dalla legge di Stabilità 2016, di munire i parchimetri di di dispositivi che consentano il pagamento tramite pos.

Una splendida notizia, dunque, per tutti gli automobilisti alle prese con le strisce blu, i quali potranno sentirsi legittimati a sostare gratuitamente in presenza di un parchimetro non a norma, e non adeguatamente attrezzato per i pagamenti da effettuare attraverso carte di credito. Nessun rischio di incorrere in contravvenzioni o multe laddove non si disponesse di contanti, a meno che le Amministrazioni dimostrino di non aver potuto adempiere all’obbligo per una reale impossibilità tecnica e non dipendente dalla propria volontà.

LEGGI ANCHE
San Giorgio, stop alle infrazioni stradali: arriva 'Street control'. Ecco cos'è

È necessario, comunque, che i comuni si ravvedano al più presto, scegliendo di conformarsi alla nuova legge, per non incorrere in situazioni “scomode”, di contestazione o di ricorso da parte degli automobilisti.

Potrebbe anche interessarti