Affitti case studenti: prezzi in rialzo. Milano la più cara, Napoli tra le più economiche. I prezzi

affitti studentiNon tutti gli studenti italiani fuori sede hanno diritto (spesso per reddito) ad un alloggio negli studentati, ossia le strutture che ospitano alcuni dei ragazzi che ne fanno richiesta prima dell’inizio dell’anno accademico.

Pertanto, la maggior parte degli 850mila studenti fuori sede è destinato a pagare l’affitto per una stanza, singola o doppia, in base alle proprie preferenza ma anche in base alla possibilità economica, visto che i prezzi quest’anno sono aumentati del 4% circa per le stanze singole e del 2% per il posto in doppia.

A comunicare questi dati il portale Immobiliare.it, il quale mostra i prezzi medi per le stanze in affitto agli studenti, nelle diverse città italiane. Secondo l’approfondimento del portale, il prezzo medio per una singola è di 400 euro, mentre 280 euro costerebbe il posto letto in una stanza doppia.

Il nord, tuttavia, è nettamente più caro del sud, con affitti a Milano che arrivano anche a 600 euro per una stanza singola, se posizionata nella zona centrale.

La media a Milano, infatti, è di 510 euro per una camera singola, superando del 27% i prezzi nazionali; Roma, una delle città universitarie più popolate d’Italia, si colloca al secondo posto. Mentre al sud troviamo prezzi, senza dubbio differenti.

Di seguito, riportiamo le principali città universitarie italiane con accanto due cifre in euro: la prima corrisponde al prezzo per una camera singola, mentre la seconda a quello per un posto letto in doppia.

BARI  265 – 180

BOLOGNA  325 – 240

CATANIA  200 – 150

FIRENZE  355 – 250

MILANO  510 – 345

NAPOLI  295 – 210

PADOVA  270 – 210

PALERMO 180 -145

PAVIA  280 – 180

PISA  315 – 220

ROMA  440 – 300

Come si può osservare Milano risulta la più dispendiosa per gli studenti italiani, mentre Palermo la più economica; quest’ultima, inoltre, assieme a Firenze, presenta addirittura una diminuzione rispetto all’anno passato circa i prezzi di affitto. Del -9% a Palermo e del -4% a Firenze.

A Napoli gli affitti risultano circa la metà di Roma, pur essendo il polo universitario partenopeo centro nevralgico per gli studenti meridionali.

 

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più