Rione Sanità, inaugurata la statua di Genny Cesarano: “Ora gioca con gli angeli”

Foto di Fondazione di Comunità San Gennaro
Foto: Fondazione San Gennaro

E’ passato ormai un anno dalla morte di Genny Cesarano. Era il 6 settembre 2015 quando il 17enne fu ucciso in piazzetta San Vincenzo alla Sanità, colpito per errore durante un raid. Nella giornata di ieri, in memoria di Genny, è stata inaugurata l’opera “In-ludere”, una scultura in bronzo installata davanti alla Chiesa di San Vincenzo, nel rione Sanità a Napoli, raffigurante un ragazzo in bilico su due travi, sulle quali ci sono le lettere che compongono la parola “Sanità”, mentre è intento a recuperare un pallone incastrato.

Un’opera “per contrastare quel potere che ha spezzato la vita di Genny in quel pomeriggio di settembre dello scorso anno – spiega la Fondazione di Comunità San Gennaro, che ha donato la scultura – Genny non è andato via e continua a giocare, ma ora lo fa con gli angeli“. Tante le persone che hanno partecipato alla commemorazione del ragazzo, con decine di palloncini fatti volare in cielo e fumogeni.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più