Circumvesuviana, uomo si stende sui binari per non farlo ripartire: ecco perché

CircumvesuvianaNo, stavolta non si è tratta di disservizi dell’EAV (Ente Autonomo Volturno), il treno diretto a Napoli è in ritardo perché un uomo, presso la stazione di Terzigno è disteso sui binari dinanzi al convoglio, che ovviamente non può così ripartire. Questa, in sintesi, la comunicazione che viene diffusa dalla Circumvesuviana tramite gli altoparlanti presenti nelle diverse stazioni. A spiegare, invece, il motivo del gesto – solo apparentemente folle – lo stesso viaggiatore: “Mi hanno derubato, fermate quei due“. Questo, infatti, l’appello che l’uomo di mezza età ha rivolto ai carabinieri, giunti sul posto perché allertati dal capotreno.

Il tutto è accaduto giovedì pomeriggio all’interno di un treno della Circumvesuviana diretto verso Napoli, ma che – come detto – all’altezza della stazione di Terzigno ha dovuto interrompere la sua corsa per il singolare imprevisto. Ad essere accusati di avergli sottratto il portafogli altre due persone, presenti a loro volta sullo stesso convoglio. Le forze dell’ordine, ascoltata la narrazione fatta loro hanno pertanto deciso di portare in comando sia i due presunti ladri, sia il loro accusatore, che – suo malgrado – rischia a sua volta di essere accusato di interruzione di pubblico servizio.

Per accertare, invece, le dinamiche dei fatti e verificare se il racconto del sedicente derubato corrisponde al vero i carabinieri stanno visionando le immagini delle telecamere di sorveglianza della stazione e indagando nel passato delle persone coinvolte.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più