MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

E’ morto Carlo Azeglio Ciampi: il Presidente Emerito della Repubblica

 

20020411: ROMA - CIAMPI, CRISI MO MASSIMA PRIORITA' INTERNAZIONALE- Il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ritratto in occasione dell'odierno incontro con segretario generale dell'Onu Kofi Annan al Quirinale. CLAUDIO ONORATI /ANSA/JI

Carlo Azeglio Ciampi, presidente emerito della Repubblica, è morto oggi a Roma all’età di 96 anni. A parte l’età e piccoli acciacchi era il Parkinson a non dargli pace. Al suo fianco fino alla fine, la moglie Franca.

Nato a Livorno, il 20 dicembre del 1920, dopo gli studi dai gesuiti si è laureato in lettere all’Università Normale di Pisa. Qui aveva conseguito una seconda laurea in giurisprudenza. Nel 1946 entrò come funzionario “avventizio” nella Banca d’Italia. La sua prima mansione fu quella di protocollare la posta in entrata e ricopiare tutta quella in uscita.

Nel 1992 affrontò la crisi valutaria, che portò la lira a perdere un valore del 20% della moneta, e costrinse l’Italia ad uscire dallo Sme. Nel 1993 Ciampi divenne presidente del Consiglio. In piena tangentopoli fu chiamato dal presidente della Repubblica, Oscar Luigi Scalfaro e il suo fu il primo governo tecnico della Repubblica italiana, alla cui guida fu chiamato un non parlamentare.

Sul piano economico gli interventi più importanti furono rivolti a costituire il quadro istituzionale per la lotta all’inflazione, attraverso l’accordo governo-parti sociali del luglio del 1993 ed individuò nel tasso di inflazione programmata, il parametro di riferimento per i rinnovi contrattuali.

Dopo la fine del suo mandato, Ciampi fu ministro del Tesoro in altri due governi, quello guidato da Romano Prodi nel 1996 e quello di Massimo D’Alema. Il 13 maggio del 1999 fu eletto Presidente della Repubblica, con un consenso vastissimo che Ciampi avrà sempre anche fra gli italiani, diventando uno dei presidenti più amati.

Potrebbe anche interessarti