Video. Luca Abete, parapiglia e fermo in Questura per intervistare la Giannini: le sue parole dopo il rilascio

Luca Abete Avellino. Il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, nel pomeriggio si ieri si trova nel paese irpino per prendere parte ad un convegno. Ad attenderla, però, c’è anche l’inviato di Striscia La Notizia, Luca Abete: vuole semplicemente porle qualche domanda a proposito dell’edilizia scolastica, tema scottante dell’ultimo periodo (uno dei tanti che ruota attorno al mondo della scuola ultimamente). Dal mettere alle strette il ministro, finisce però con ritrovarsi lui stesso spalle al muro, a causa di un improvviso parapiglia scatenatosi con gli agenti addetti alla sicurezza delle figure politiche presenti sul luogo.

Dal convegno alle stanze della Questura di Avellino il passo è breve per Luca Abete, che assieme alla sua troupe è stato impossibilitato nello svolgere il suo lavoro, così come documentato da questo filmato di Avellino.Zon:

Fortunatamente, però, per l’inviato di Striscia la Notizia e i suoi colleghi – ai quali secondo una denuncia della stessa trasmissione Mediaset sarebbe stato intimato di consegnare il filmato dell’accaduto – alla fine tutto è stato chiarito e i giornalisti di Canale 5 hanno potuto fare ritorno presso le proprie case e famiglie. Certo, un po’ scioccati e delusi dal trattamento ricevuto, come mostrano le parole che Luca Abete ha affidato alla sua pagina ufficiale di Facebook sia ieri sera che questa mattina in due post:

Ieri sera

Stamattina

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più