Napoli. La vendetta è social: negoziante posta su fb la foto del presunto ladro

ladrofb
E’ sempre più di moda “sputtanare” sui social chi commette un reato, la nuova tendenza che può essere condivisa o meno viene sempre più spesso utilizzata da amministrazioni comunali che mettono le foto di chi infrange le leggi in merito ai rifiuti o altro, ma sopratutto dai negozianti che con un fermo immagine delle telecamere a circuito chiuso immortalano il ladro nel momento in cui si macchia del reato di furto come nel caso di questa foto dove si nota una persona che nasconde della merce sotto la tuta.

Fatto il fermo immagine il gioco è semplice si posta la foto sulla pagina Facebook del negozio e si fa così conoscere chi ha commesso un reato, una sorta di vendetta privata che il negoziante fa con un semplice “click”. Altro caso altro metodo, a Castellammare di Stabia qualche tempo fa dei negozianti cinesi misero le foto dei due ladri esposte con sopra la scritta “ladri” questo metodo fece in modo che uno dei due tornò in negozio a pagare la merce che aveva sottratto.

A Cardito invece un pizzaiolo mise su Facebook la foto del suo volto insanguinato dopo che aveva accoltellato dei ladri che volevano rapinarlo.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più