Ecco PAANDAA, il cassonetto intelligente ideato al Sud: chi lo usa risparmia sulla Tari

cassonetto intelligente
Si chiama PAANDAA ed è un cassonetto di rifiuti intelligente. Sarà presentato alla 20esima edizione di Ecomondo e sarà il nostro database multimediale per la raccolta di alluminio, PET e HDPE. Vi starete chiedendo perché si chiama ‘intelligente’, giusto? Bene, PAANDAA è in grado di memorizzare i dati di coloro che faranno la raccolta differenziata correttamente, grazie alla tessera sanitaria.

Il dispositivo ottico del cassonetto, infatti, legge i dati della tessera sanitaria e il software li conserva sul server. Bastano password e login per capire chi (e come) partecipa alla differenziata. Una volta raccolte le informazioni, queste serviranno a tracciare le abitudini di raccolta e a predisporre misure di intervento adeguate, come la riduzione della quota variabile TARI, fino a un taglio massimo del 30%.

Gli obiettivi di PAANDAA sono molteplici e tutti interconnessi: aumentare la raccolta differenziata, migliorare la qualità dell’ambiente, abbassare i costi di gestione. Saranno i cittadini a volerlo utilizzare, certamente motivati dal bonus fiscale e dalla possibilità di accedere a un sistema di sconti commerciali: per ogni singolo rifiuto avviato al riciclo, la case rilascia uno scontrino del valore di 0,05 centesimi da spendere presso gli esercizi commerciali convenzionati.

PAANDAA è un marchio ETM S.R.L, azienda del settore rifiuti differenziati con sedi a Palermo e Caserta, quindi è, a tutti gli effetti, un prodotto innovativo targato Sud.