Napoli. Attenti alle truffe: fingono un incidente e tentano di rubare l’auto

 

polizia

Napoli – La truffa del “finto incidente” o “dello specchietto” è, ormai, tristemente nota a tutti gli automobilisti: i truffatori rompono uno specchietto o un vetro della loro vettura, poi si avvicinano a quella di un’ignara vittima e lanciano qualcosa di pesante sulla carrozzeria simulando un leggero scontro. Il proprietario dell’automobile scende, crede di aver rotto lui l’altra e paga in buona fede, e per evitare implicazioni assicurative, il danno causato con quello che ha nel portafogli. Questa truffa, però, può avere conseguenze più gravi di un centinaio di euro in meno.

A Napoli, due ladri hanno usato lo stesso sistema per rubare un’automobile. Tutto è avvenuto oggi a corso Malta, sulla rampa che porta allo sbocco per l’autostrada. Secondo quanto riporta il Mattino, i delinquenti sarebbero due cittadini di Afragola: Salvatore Abruzzese, di 29 anni, e Vincenzo Abruzzese, di 42. A bordo di una Ranault Clio rossa avrebbero avvicinato una Volkswagen lanciando un oggetto pesante su di essa. Il proprietario, come da rito, sarebbe sceso dal veicolo per constatare i danni: in quel momento, uno dei complici si sarebbe introdotto nella macchina tentando di metterla in moto e ripartire.

Fortunatamente, una volante della polizia aveva assistito a tutta la scena, intervenendo un minuto prima che i due sparissero con la refurtiva. Entrambi sono stati arrestati in flagranza di reato e verranno processati in concorso fra loro per furto aggravato. Nella Clio rossa, inoltre, gli agenti hanno trovato altri pezzi di terracotta da lanciare sulle vetture delle malcapitate vittime.

Invitiamo, quindi, tutti gli automobilisti a prestare massima attenzione, specialmente in casi di incidenti sospetti o poco credibili, come in questo caso.

Potrebbe anche interessarti