Sorbillo, tentato scasso nella notte. Furto o intimidazione?

SorbilloAncora una volta la pizzeria Sorbillo, la sede del centro storico, è finita nel mirino di delinquenti che hanno provato a forzare l’ingresso“. Esordisce così il Francesco Emilio Borrelli, il consigliere regionale dei Verdi, che per primo ne ha denunciato l’accaduto tramite un apposito comunicato stampa. L’episodio sarebbe avvenuto questa notte, ma stando alle prime ricostruzioni svolte dai carabinieri giunti immediatamente sul posto non sarebbe andato a buon fine, non essendo i malviventi riusciti a forzare del tutto l’ingresso di una delle più famose pizzerie di Napoli.

Non è la prima volta che la pizzeria Sorbillo diventa bersaglio di malfattori o addirittura della criminalità organizzata: è, infatti, già accaduto nel luglio scorso e anche nel 2012, quando ci fu un vero e proprio incendio. Per questo motivo lo stesso Francesco Emilio Borrelli ha voluto rivolgere un sentito appello alle forze armate che stanno indagando sulla vicenda: “Chiedo alle forze dell’ordine che sono già sul posto di approfondire le indagini per capire se siamo di fronte a un semplice tentativo di furto o a un tentativo di intimidazione nei confronti di un pizzaiolo diventato ormai un simbolo della Napoli che lavora e porta il nome della città in giro per il mondo“.

Persone come Sorbillo e la sua attività – ha proseguito ancora il consigliere dei Verdi – devono essere protette dalle Istituzioni, dalle forze dell’ordine e dai cittadini, perché hanno deciso di investire in città portando economia sana e creando tanti posti di lavoro nonostante le innegabili difficoltà”.

sorbillo1

Sul tentato scasso è intervenuto anche lo stesso proprietario del locale, Gino Sorbillo: “Dopo l’incendio di alcuni anni fa è la prima volta che subisco un tentativo diretto di furto. Siamo preoccupati, ma fiduciosi nell’azione delle forze dell’ordine“.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più