UAN. In cielo due nuove stelle gemelle: la scoperta di due astrofili napoletani

stelle

Una scoperta avvenuta quasi per caso da parte di Andrea Tomacelli e Antonio Marino, rispettivamente presidente e segretario alle attività sperimentali dell’UAN (Unione Astrofili Napoletani). Dopo anni di ricerche su stelle e pianeti hanno notato una stella che mostrava una variazione di luminosità diversa (clicca qui per lo studio).

Esaminata per 20 notti dalla periferia di Sessa Aurunca, coinvolgendo anche il presidente dell’associazione astrofili Aurunca, Pasquale Ago, è stata scoperta quella che è stata battezzata dagli americani la AAVSO Gsc-04244-00959.

In realtà si tratta di due “gemelle” ossia due stelQuesto sistema binario che si trova in direzione della costellazione del Dragone, vicino alla Stella Polare. Esse orbitano l’una attorno all’altra e la luminosità dell’insieme varia con regolarità nel corso del tempo. Per la prima volta un astro viene scoperto grazie al lavoro di coordinazione di più appassionati e con osservazioni in più punti della regione.

La GSC 04244-00959 è stata inserita nel catalogo astronomico GSC (Guide Star Catalog) conosciuto anche come Hubble Space Telescope Guide Catalog (HSTGC) e nel database AAVSO (American Association of Variabile Star Observers).

campo da Aladin GSC 0424400959
campo da Aladin GSC 0424400959