La Campania contro le pale eoliche: “Rovinano il paesaggio e danneggiano il turismo”

pale eoliche

Energie rinnovabili e Campania. Un matrimonio che non s’ha da fare. La Regione, infatti, continua la propria battaglia contro il proliferare delle pale eoliche, ritenute dannose per il paesaggio e per il turismo. Nello specifico, sono state emanate due delibere che bloccano l’installazione di nuove turbine. La prima, riguarda l’installazione degli impianti, la cui potenza non deve superare i 20 chilowatt. La seconda, invece, riguarda la valutazione degli impatti cumulativi. Secondo le associazioni del settore, si tratta di un vero divieto a realizzare nuove pale.

La Regione ha pressoché inibito l’intero territorio regionale rispetto a nuove possibili installazioni e ha introdotto una serie di divieti completamente avulsi dal quadro normativo comunitario e nazionale di riferimento“, commenta a ilfattoquotidiano.it Agostino Re Rebaudengo, presidente di Assorinnovabili. La risposta della Regione non si è fatta attendere. Così, parla il consigliere regionale del gruppo De Luca Presidente, Carlo Iannace: “Abbiamo posto fine alla indiscriminata proliferazione di torri eoliche dopo decenni di assordanti silenzi e mancate promesse“.

Potrebbe anche interessarti