Istigazione al voto di scambio: il governatore De Luca indagato per le fritture

vincenzo-de-luca

Napoli. Nuovi guai per Vincenzo De Luca: il governatore della Regione Campania è indagato per istigazione al voto di scambio. La Procura di Napoli lo ha iscritto nel registro degli indagati per fare luce sulle dichiarazioni espresse dal Presidente durante la riunione con i sindaci del Partito Democratico all’Hotel Ramada di Napoli. In quell’incontro con 300 amministratori locali, De Luca chiedeva ai suoi di convincere gli elettori a votare sì al referendum costituzionale offrendo fritture di pesce e favori.  Già il 24 novembre scorso la Procura aveva aperto un fascicolo senza ipotesi di reato.

 

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più