Video. Una canzone su Fortuna Loffredo: il brano è di un artista napoletano

video-fortunaFarà sicuramente discutere la canzone dell’artista partenopeo Hello sPunk, che al suo disco d’esordio ha deciso di partire “col botto”. Nel suo album, infatti, c’è un brano dal titolo “Canzone di Fortuna”, ispirato ad un fatto di cronaca realmente accaduto. La storia raccontata è quella della piccola Fortuna Loffredo, la bimba di 6 anni uccisa nel giugno 2014 nel Parco Verde di Caivano.

La canzone dà simbolicamente voce alla bimba (“Mamma, ho perso una scarpina, l’hanno presa gli angeli, ce l’avevo stamattina. Mamma, mamma, aiutami, Forza, andiamo su in terrazza, che si può guardare giù. Poi di nuovo sopra al letto, forza, vienici anche tu”), seguendo il ritmo di una filastrocca, in questo caso “dark”.

Sulla sua pagina Facebook, Hello sPunk (il cui vero nome è Giancarlo Tommasini) ammette di aver già ricevuto critiche e soprattutto il consiglio di ritirare il video.

Sicuramente il genere che interpreta l’artista napoletano è particolarmente incline a tematiche sociali, e in generale è sempre importante utilizzare ogni mezzo di comunicazione per veicolare messaggi importanti, ancor di più se consideriamo che nel Parco Verde potrebbero esserci altre storie simili a quelle della piccola Fortuna, sotterrate dalla paura e dall’ignoranza. Stimolare le coscienze alla verità e alla luce, quindi, è il primo passo da compiere in una società come questa, che spesso sbaglia nello stabilire le sue priorità.

L’unico dubbio, però, è relativo alla “portata” della canzone dell’artista. Essendo, infatti, al suo primo album, il pubblico al suo seguito non è certamente quello dei grandi numeri. Il rischio, quindi, è che il suo tentativo di sollecitare la massa sulla vicenda resti praticamente vano.

ECCO IL VIDEO

[youtube height=”360″ width=”100%”]https://www.youtube.com/watch?v=uamKVG1ZRXA&feature=youtu.be[/youtube]

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più