Vivara, è stato concluso il ponte: l’isola riapre al pubblico nell’estate 2017

Ponte Vivara

L’anno scorso era stata annunciata la riapertura, dopo 15 anni, dell’isolotto di Vivara grazie alla realizzazione di un ponte di 360 che lo collegava con Procida. Il luogo, posto sotto il vincolo della Soprintendenza, avrebbe dovuto essere riconsegnato al pubblico, ma purtroppo non è stato così poiché il parapetto del ponte non era a norma.

A un anno di distanza, invece, l’assessore al Comune di Procida con delega a Vivara, Antonio Carannante, spiega che il parapetto è stato alzato a oltre 10 metri come prevede la normativa in materia, eliminando il fattore di pericolo che ne aveva impedito la possibilità di essere percorso in sicurezza dal pubblico.

L’iter burocratico tuttavia è ancora piuttosto complesso, infatti Vivara non riaprirà prima dell’estate. Sono ben 7 gli enti, pubblici e privati, che devono trovare un accordo circa la gestione dell’isolotto: la Fondazione Albano Francescano e i discendenti Scotto Lachianca che ne rivendicano la proprietà, la Soprintendenza che ne tutela il paesaggio e i reperti archeologici, il Comitato di Gestione, l’università Suor Orsola Benincasa che si occupa dell’area archeologica, la Regione Campania che è proprietaria del ponte e il Comune di Procida sotto il quale rientra l’amministrazione.

Il cancello sarà spostato all’ingresso della riserva naturale, in modo tale che il ponte sia sempre fruibile a tutti. Nel frattempo si lavora al piano di fruizione della riserva, senza il quale i sentieri di Vivara non possono essere resi accessibili al pubblico. Quella del completamento del ponte resta però una bellissima notizia, anche se non poco resta ancora da fare. La speranza è che l’estate 2017, probabilmente il mese di agosto, sia finalmente quello che restituzione alla collettività di un gioiello piccolo e straordinario del Golfo di Napoli che potrebbe dare un grosso slancio all’economia procidana.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più