Inquinamento della Terra: Napoli tra le città che danneggiano di più l’ecosistema

Secondo uno studio pubblicato su “Environmental Science & Policy”, riportato da La Repubblica,  le città del Mediterraneo hanno una maggiore impronta inquinante. Ma cosa vuol dire nello specifico?

Ogni città rilascia una sua impronta di inquinamento che danneggia l’intero globo terrestre, in poche parole l’uso delle risorse ambientali in maniera poco sostenibile si ripercuote poi sull’intero sistema ambientale della Terra. Sono ormai 56 anni che i paesi del Mediterraneo consumano più di quanto effettivamente l’ecosistema ambientale può rigenerare.

L’impronta ecologica è un indicatore che confronta il consumo umano di risorse, come l’agricoltura intensiva, la pesca industriale, l’emissione carbonica rispetto a quanto l’ambiente può rigenerarlo e si misura in ettari globali. Quando l’impronta ecologica di una città e della sua popolazione supera le biocapacità della regione, c’è un deficit.

Le città prese in considerazione da questo studio, condotto da cinque ricercatori di Ginevra e Montreal e rilanciato anche da Asvis, l’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile, sono diciannove, tra queste anche Napoli. Ebbene quelle che maggiormente influiscono su questo deficit sono le metropoli europee come Roma e Barcellona. Mentre, però, nel periodo 2010-2015 l’impronta ecologica di Roma, Genova e Palermo è diminuita, a Napoli è aumentata.

Tra i fattori che influiscono sulla impronta inquinante c’è al primo posto quello alimentare seguono i trasporti e infine il consumo di beni.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più