Reggia di Caserta. Il Teatro di Corte apre al pubblico: le date delle visite guidate

Da sabato 11 febbraio i volontari accoglieranno i visitatori ogni sabato e domenica, dalle 10 alle 13. Grazie al Touring Club Italianodopo l’apertura del Palazzo del Quirinale e del Palazzo della Farnesina, si apre un altro simbolo dell’eccellenza del nostro Paese: il Teatro di Corte della Reggia di Caserta.

Il Teatro di Corte è uno splendido esempio di architettura teatrale settecentesca e si trova nel lato occidentale della Reggia. Venne progettato dal Vanvitelli in un secondo momento, solo dopo il 1756 e fu collocato all’interno del Palazzo ad uso esclusivo della corte. Fu inaugurato nel gennaio del 1769 dalla giovane coppia reale, Ferdinando e Maria Carolina, alla presenza di tutta l’aristocrazia napoletana.

La fruizione culturale – sottolinea il direttore della Reggia Mauro Felicori – deve essere intesa nella sua accezione più ampia, che non deve limitarsi semplicisticamente all’offerta del sito, bensì deve essere inserita in un’ottica sistemica di collaborazione tra le Istituzioni, Enti e Associazioni al fine di ampliare la gamma di servizi fruibili ai cittadini. L’apertura del Teatro di Corte consente al pubblico di ammirare una delle preziosità del Complesso vanvitelliano la cui bellezza non è nota ad un vasto pubblico”.

Vanvitelli – ironizza – quando costruì il Teatro di Corte non considerò le norme di sicurezza necessarie per accogliere tutto il pubblico. Non è neanche una questione di risorse – spiega il manager bolognese – ma di trovare un compromesso tra la sicurezza che serve per tenere il pubblico in sala e la tutela di un bene architettonico unico come il Teatro di Corte. Al momento, più che ai concerti, pensiamo di utilizzarlo come sala di registrazione per cd musicali; qualche artista è già venuto a provare trovando un’acustica eccezionale. Penso anche al regista Marco Tullio Giordana, che dopo aver visitato il Teatro ha espresso più volte il desiderio di tenervi un concerto“.

Potrebbe anche interessarti