Curare il tumore con i virus: la scoperta di una giovane ricercatrice campana

Dal sito www.americanitaliancancer.org

Un altro caso di cervello in fuga, un altro giovane che è “scappato” all’estero per veder riconosciuti i propri sacrifici. Parliamo di Carmela Passaro giovane ricercatrice originaria di Agropoli che ad Harvard ha iniziato la sua carriera nella ricerca.

Laureatasi in Biotecnologie presso l’Università Federico II di Napoli nel 2009, Carmela si è interessata alla viroterapia oncolitica. Cioè lo studio che porta a modificare alcuni virus al punto tale da renderli letali per le cellule cancerose, ma inoffensivi per quelle normali. In parole povere: una volta iniettati nel corpo, questi virus sono capaci di infettare le cellule maligne portandole alla regressione e poi alla scomparsa del tumore stesso.

Da poco la giovane cilentana è approdata come ricercatrice in neurochirurgia, al Brigham and Women’s Hospital e Harvard Medical School di Boston, nel laboratorio del Professor Ennio Antonio Chiocca. E’ attualmente impegnata nell’impiego degli Herpes virus oncolitici per il trattamento di una forma maligna di tumore al cervello.

Il suo progetto di ricerca, selezionato e finanziato dall’American-Italian Cancer Foundation, è stato premiato nel 2016 come “ricerca di eccellenza” dal Brigham and Women’s Hospital.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più