De Magistris: “Ecco i progetti per Bagnoli e Scampia”. Ma nelle altre periferie si muore


Ieri vi abbiamo segnalato il servizio de “Le Iene” sui bipiani di Ponticelli, realtà periferica di Napoli ancora più sfortunata e abbandonata di Scampia. Oggi, invece, arrivano le parole del sindaco della città partenopea, Luigi De Magistris, che promette azioni di recupero nelle zone dimenticate da tutti. Tra queste, però, non figura Ponticelli: “Il lavoro che la nostra amministrazione sta facendo sulle periferie è imponente. Il nostro obiettivo è abbattere il concetto di periferie. Saranno le nuove centralità. Mi limito oggi ad indicare il triangolo con cui cambieremo la storia della nostra città. Grazie alla forza del nostro popolo”.

Su Facebook, De Magistris indica le tre aree di intervento:

– Area Nord, Vele: “Abbattimento e rigenerazione urbana, si parte in estate 2017 con il buttare giù la prima vela facendo diventare la zona centrale, non più periferica, con un pullulare di attività”.

Area occidentale, Bagnoli: “Entro l’estate 2017 accordo con il Governo per bonifica integrale e rimozione colmata, rigenerazione urbana in linea con i progetti della Città. Il più grande progetto di rigenerazione urbana italiano degli ultimi decenni in un contesto naturalistico unico al mondo”.

Area orientale: “Eliminazione di tutti i depositi petroliferi entro la fine del 2025. Mai nessuno era riuscito in questa impresa. Solo in questo triangolo ci saranno investimenti per miliardi di euro, lavoro per migliaia di persone dei nostri territori, riqualificazione totale dei territori”.

Ponticelli, però, non c’è nei programmi, stando a quanto scritto dal primo cittadino di Napoli. Ma allora ci sono periferie di Serie A e periferie di Serie B? C’è chi merita un riscatto e chi no? Solo perché in certe zone non arrivano le luci dei riflettori non significa che non ci sia il dovere di renderle quanto meno dignitose per chi le vive. Con la morte non si scherza, quando si smetterà di fingere di non vedere solo perché è più semplice?

Potrebbe anche interessarti