Carabiniere morto in un incidente, si chiamava Giovanni Romano. Ecco il suo ricordo

Ieri la notizia della morte di un carabiniere a seguito di un incidente stradale, avvenuto la sera precedente in provincia di Caserta. A perdere la vita il vice comandante dei carabinieri, Giovanni Romano, 39 anni: “Una persona sempre disponibile a cui tutti volevano un gran bene”, così veniva definito.

Il carabiniere, prima di arrivare nel 2014 alla stazione di Cancello e Arnone aveva prestato servizio in Piemonte e in Calabria, poi aveva fatto ritorno in Campania giungendo prima a Giugliano e poi a Villa Literno. Ovunque abbia lavorato ha lasciato un ottimo ricordo per la sua serietà e dedizione al lavoro.

Come riportato da Ilmeridianonews.it, gli amici e tutta la comunità di Carinola, paese dove Giovanni è nato, si sono stretti al dolore della famiglia Romano. Anche Cancello ed Arnone, dove Giovanni prestava servizio si stringe al dolore della famiglia; il sindaco Pasquale Emerito ha indetto lutto cittadino nel giorno delle esequie.

LEGGI ANCHE
Scontro metro, De Magistris: "Pensiero va a feriti. Al lavoro per ripristinare la linea"

Con un messaggio voluto far sentire la sua vicinanza alla famiglia: “I sentimenti di afflizione lacerano il cuore nel ricordare una persona per bene un carabiniere generoso, altruista ed intransigente, che ha profuso, con dignità ed onestà, tanto lavoro per la nostra cittadina. Buon viaggio Brigadiere Romano”.

Dalle prime ricostruzioni dei carabinieri, la Ford Focus del brigadiere deceduto si è schiantata frontalmente contro una Hyundai Tucson con a bordo sette persone, tra cui alcuni bambini. I segni di frenata sull’asfalto fanno pensare che nessuna delle due vetture abbia fatto in tempo a frenare.

La Polizia Stradale di Caserta sta lavorando per ricostruire la dinamica dell’incidente. Diversi i feriti in questo terribile incidente, tra di loro anche la moglie e il figlio del carabiniere deceduto, oltre ai bambini che viaggiavano nell’altra auto.

LEGGI ANCHE
Alife. Esce per una battuta di caccia: giovane trovato morto in una pozza di sangue

Maggiori preoccupazioni per le condizioni della più piccola delle vittime, una bambina di soli due anni, ricoverata all’ospedale Santobono con una frattura al femore. Altri due i bambini coinvolti nell’incidente di 14 anni e 11 anni, riportano fratture il primo e un trauma cranico il secondo. Altra situazione che desta preoccupazione è quella di una donna di 36 anni. Meno complicato il quadro clinico del 62enne e del 38enne coinvolti.

Potrebbe anche interessarti