Carni ed olive vendute nel Napoletano: scattano i sequestri in macellerie e market

Sono andate in porto tre operazioni condotte dai Nas, in provincia di Napoli. In una macelleria ad Ercolano: sequestrati 30 kg di carne priva di indicazione utile circa la loro tracciabilità. Analoga misura per un minimarket, dove si è proceduto al sequestro di 10 kg di prodotti alimentari tra salumeria, pane e legumi. E’ stata chiusa un’altra macelleria, questa volta a Pomigliano d’Arco, per la mancanza di titoli autorizzativi e dei requisiti minimi igienico sanitari e strutturali. Sequestrati 30 kg di carne, anch’essi privi di indicazioni sulla loro rintracciabilità.

Infine, a Sant’Anastasia, il Nas di Napoli ha provveduto alla chiusura di un locale adibito a deposito/stoccaggio di olive, privo di autorizzazione e dei requisiti igienico sanitari minimi. Sequestrati 80 bidoni di plastica, dal peso di 45 chili ciascuno, contenenti olive verdi, per un totale di 4 tonnellate circa.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più