Napoli, Museo Archeologico: visita speciale dei detenuti di Poggioreale con le loro famiglie

Un permesso premio speciale quello di oggi concesso a 12 detenuti del carcere di Poggioreale: una visita tra le bellissime sale del MANN.

Una lodevole iniziativa, quella offerta ai detenuti di Poggioreale: poter visitare insieme alle proprie famiglie, le sale del Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Dalla sala egizia, riaperta pochi mesi fa, alle bellissime statue della Collezione Farnese, e agli affreschi pompeiani, i detenuti con le proprie mogli e i propri figli hanno potuto trascorrere così una giornata di svago e allo stesso tempo educativa.

Così ha commentato Antonio Fullone, direttore del carcere di Poggioreale, su l’Ansa.it: “Non solo con la cultura si costruisce il reintegro sociale, ma di certo questa fa recuperare una parte della coesione sociale. E’ importante conoscere la propria storia e avere consapevolezza della comunità a cui si appartiene. Per questo abbiamo aderito all’iniziativa, scegliendo persone che hanno già avuto esperienze di permessi premio e quindi potessero venire liberi e con le famiglie”.

Quanti in Italia permettono un’iniziativa simile? Pochi! Dovremmo invece sostenere di più attività come queste, proprio per permettere, nel migliore dei modi, il reintegro nella società dei detenuti che nel carcere hanno perso i contatti con il mondo esterno ed educarli anche ad una vita migliore, una volta che scontano le loro pene.

Potrebbe anche interessarti