Torre Annunziata. Risarcimento record per mamma coraggio: uccisa per aver denunciato i pedofili di suo figlio

rione poverelli

Torre Annunziata. Pedofilia e omicidio e un risarcimento record da 800mila euro. Dopo 20 anni, arriva la decisione dei giudici per il caso di Matilde Sorrentino, la mamma coraggio di Torre Annunziata che denunciò gli stupratori del figlio Salvatore e che per questo fu barbaramente ammazzata.

Come riporta il quotidiano La Repubblica, il ragazzo – che oggi ha 30 anni e che fu violentato a scuola quando ne aveva soltanto 7 – riceverà 800 mila euro per “il diritto all’infanzia negato”. La sentenza è stata emessa ieri dalla Corte d’Appello di Napoli: una banda di pedofili stuprò il ragazzino nel 1995 insieme ad altri bimbi dopo averli storditi con alcol, minacciati con siringhe usate e filmati in pose hot.

La mamma di Salvatore, Matilde Sorrentino fu uccisa nel 2004 dopo aver denunciato gli abusi. Il figlio fu testimone dell’accaduto e riconobbe gli assassini.

Potrebbe anche interessarti