Il Governo approva il reddito di inclusione: fino a 480 euro per le famiglie povere

Il reddito di inclusione è legge. Dopo il voto favorevole in estate della Camera, questa mattina anche il Senato ha approvato il ddl povertà, la legge di delega che prevede lo stanziamento di 1,5 miliardi di fondi per le famiglie italiane in condizioni di estrema povertà.

Secondo i dati, ci sono 4,5 milioni di italiani in condizioni di estrema povertà: per due milioni di loro arriverà l’aiuto del Governo, in particolare per le famiglie del Sud Italia.

Il redditto di inclusione sarà erogato attraverso voucher oppure una carta prepagata e andrà da un minimo di 80 ad un massimo di 480 euro. Il bonus sarà gestito da Inps, Servizi Sociali e Centro per l’impiego: saranno loro a segnalare gli aventi diritto.

LEGGI ANCHE
Eurispes 2017, famiglie sempre più in crisi: un italiano su 4 si sente povero

Il contributo spetterà in particolare alle famiglie povere con figli a carico e agli over 55enne che hanno perso il lavoro.

Potrebbe anche interessarti