Salerno, grave errore medico: i dottori tagliano via un pezzo di intestino

Operazione

Una diagnosi sbagliata – i medici hanno confuso una dismenorrea con un’infiammazione dell’appendice – e una 18enne ha subito una resezione intestinale con emicolectomia per sbaglio. È successo a Salerno dove ad una giovane studentessa hanno asportato una porzione di intestino in seguito a un gravissimo errore medico.

Il giudice ha disposto l’imputazione coatta per il camice bianco del 118 e del medico che si sono occupati del caso. La vicenda è del 13 febbraio del 2014: la giovane aveva il suo ciclo mestruale ma in ospedale i medici sottovalutarono i suoi sintomi, attribuendoli alla dismenorrea. All’ospedale Ruggi le dignosticano un’appendicite acuta ma la giovane fu poi trasferita a Roma in condizioni critiche.

Potrebbe anche interessarti