Carburante, rincaro a ridosso di Pasqua: in aumento sia Benzina che Diesel

Aumento della benzina

Ulteriori aumenti del carburante in vista di Pasqua. Già da diversi giorni, centesimo dopo centesimo, la benzina non fa altro che salire di prezzo. Sia la verde che il diesel non smettono frenano la corsa ad una settimana dalle feste pasquali. Ci sarà una vera e propria stangata per coloro che effettueranno il pieno per raggiungere qualche posto lontano. Difatti, già lo scorso giovedì i prezzi del carburante avevano subito alcuni rincari in determinate compagnie di distribuzione.

Tra queste abbiamo Eni, Tamoil e Esso. La differenza tra queste è sottile ma c’è: Eni ha aumentato la benzina di 2 centesimi e il diesel di 1 centesimo; Tamoil ha aumentato di 1 centesimo entrambi; Esso, invece, ha aumentato solo il diesel di 1 centesimo. Si tratta di centesimi ma questi si sentono, complessivamente, quando viene fatto il pieno al serbatoio. Il prezzo medio, lo scorso giovedì, con il self service era di 1,529 euro/litro.

Questo si sposta tra 1,523 e 1,555 euro/litro a seconda dei marchi. Invece nel caso in cui si passi al servito vi è un aumento che oscilla tra 0,07 a 0,17 €. Per quanto riguarda il diesel il costo in media del self service è di 1,381 con cifre che oscillano sempre a seconda dei marchi tra 1,378 a 1,400 euro/litro. Se si passa al servito invece il prezzo medio diventa di 1,503 euro/litro, tale prezzo oscilla a seconda della compagnia da 1,456 a 1,588 euro/litro.

Attualmente il prezzo medio self service tocca la quota di 1,533 per la benzina, mentre quello del diesel 1,384. Il servito tende ancor di più a salire e si parla di 1,651 euro/litro per la benzina, mentre per il diesel la media è di 1,506 euro/litro.

Stabile invece il GPL, con oscillazioni del prezzo che vanno da 0,616 a 0,633 euro/litro.

Potrebbe anche interessarti