Comune di Napoli sommerso da mezzo miliardo di debiti: arriva la tassa sui bus turistici

lungomare turisti

Il Comune di Napoli ha mezzo miliardo di euro di debiti, non ha fondi in cassa e per recuperare qualche soldo se la prende con i turisti. Nell’ultimo bilancio – approvato in una maratona di 22 ore questa notte – è saltata fuori la proposta di inserire una tassa di ingresso di ben 50 euro sui bus turistici in arrivo in città.

La proposta non è piaciuta alle opposizioni che credono che l’imposta sul turismo sia controproducente per le visite in città. C’è da dire che in altre città italiane la tassa si paga già: a Firenze si pagano fino a 250 euro per ingresso e sosta; a Roma fino a 450.

L’intervento finale del sindaco Luigi de Magistris, presente in aula per tutto il lungo iter di approvazione delle delibere, è iniziato alle ore 6.35 per concludersi dopo quasi mezzora. Prima della conclusione della seduta è stato anche approvato un ordine del giorno firmato da tutte le forze politiche per la liberazione di Gabriele Del Grande, il giornalista-blogger bloccato in Turchia.

Riproponiamo il video di Francesco Emilio Borrelli

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più