Video. Acerra, arriva il torneo di calcio a 5 più grande del mondo: in palio un viaggio a Barcellona con Neymar

Da Maradona a Insigne la passione per il calcio da sempre fa battere il cuore in terra campana. Un entusiasmo, quello partenopeo, in comune con il campione del Brasile Neymar Jr che per il secondo anno porta avanti il torneo di calcio a 5 più grande del mondo, organizzato da Red Bull. Il Neymar Jr’s Five farà tappa ad Acerra il 30 aprile sui campi dello Stadio Acerra (Via Alessandro Manzoni, 59) dove è stato accolto con grande fervore per la sua formula ispirata al calcio di strada con cui è cresciuto anche il campione del FC Barcellona.

Il torneo porta nella Terra dei Fuochi l’opportunità di vivere un sogno. In palio non solo la vittoria del torneo regionale e l’accesso alla Finale Nazionale del Neymar Jr’s Five, in programma il 3 giugno a Milano, ma la possibilità di volare in Brasile, a Santos, all’Instituto Projeto Neymar Jr, dove sarà lo stesso attaccante blaugrana ad ospitare le squadre partecipanti alla Finale Internazionale nella struttura che aiuta a far studiare e giocare i giovani brasiliani meno fortunati. Infine, il team che verrà incoronato campione del mondo vincerà un viaggio a Barcellona, al Camp Nou, dove potrà incontrare e vedere all’opera Neymar Jr.

L’attesa per il Neymar Jr’s Five è così partecipata che a meno di una settimana dal fischio d’inizio, sono già oltre 30 i team iscritti, tutti di età compresa tra i 16 e i 25 anni, come prevede il regolamento che concede al massimo due fuori quota. Le squadre ancora interessate ad iscriversi avranno la possibilità di farlo fino al giorno prima del torneo e ad esaurimento posti, attraverso il sito www.neymarjrsfive.it.

Ad Acerra, il programma del torneo di Red Bull, realizzato in collaborazione con il San Francesco Dreaming Soccer, vedrà la mattinata dedicata alla fase di qualificazione mentre nel pomeriggio si svolgeranno le finali. In palio non solo la vittoria del torneo regionale e l’accesso alla Finale Nazionale del Neymar Jr’s Five, in programma il 3 giugno a Milano, ma la realizzazione di un sogno: volare in Brasile, a Santos, all’Instituto Projeto Neymar Jr, dove sarà lo stesso attaccante blaugrana ad ospitare le squadre partecipanti alla Finale Internazionale nella struttura che aiuta a far studiare e giocare i giovani brasiliani meno fortunati. Infine, il team che verrà incoronato campione del mondo vincerà un viaggio a Barcellona, al Camp Nou, dove potrà incontrare e vedere all’opera Neymar Jr.

La spettacolarità del torneo nasce da una formula unica ispirata al calcio di strada con cui lo stesso Neymar Jr è cresciuto. Si parte cinque contro cinque, ogni match dura dieci minuti; a ogni gol segnato, gli avversari perdono un giocatore. Porte piccole ma niente portiere, per la massima velocità di gioco. Infine nesuna disparità di genere: possono partecipare squadre miste o solo di ragazze che comunque giocheranno contro i colleghi maschi. Del resto il gioco del pallone dovrebbe unire e non dividere come accade in strada, dalle favelas brasiliane dove ha iniziato a tirare i primi calci Neymar, allo stadio dove va in scena il calcio professionistico.

Nel 2016 il Neymar Jr’s Five coinvolse 65 mila giocatori di 43 paesi. Un successo straordinario che ha colpito lo stesso giocare del FC Barcellona: “Sono rimasto impressionato, penso che nessuno si aspettasse così tante persone nella prima edizione. Siamo stati davvero soddisfatti e spero che questo numero cresca nel 2017 – racconta Neymar Jr -. Il ricordo però più bello per me coincide con l’ultimo giorno della fase finale. Essere lì con tutti i giocatori, vederli giocare ma soprattutto vederli felici e divertiti, mi sono sentito come un loro compagno di squadra. È stato fantastico”.

Intanto Neymar Jr lancia un messaggio alle squadre italiane: “Giocate e divertitevi, non importa il risultato, non importa quanto sia difficile. Il Neymar Jr’s Five deve portare felicità in tutti i paesi dove farà tappa. Non vedo l’ora di incontrare la vincitrice del torneo italiano di quest’anno a Santos”.

Un sogno quello degli italiani che, dopo Catania, Milano, Roma, Bari e Napoli toccherà Venezia (14 maggio), Torino (21 maggio) e Modena (28 maggio).

Potrebbe anche interessarti