Calcio e camorra, il numero uno della polizia: “Criminalità nelle serie minori campane”

Nell’audizione questo pomeriggio alla Commissione parlamentare antimafia il capo della polizia, Franco Gabrielli ha parlato dei legami tra calcio e criminalità organizzata. Per Gabrielli nello sport e nel calcio c’è la mano di camorra e ndrangheta.  “Fin dagli anni 80 la mafia calabrese è stata interessata a società di calcio, in particolare nel reggino, con tentativi di infiltrazione nel Crotone calcio”, le dichiarazioni riportate dal quotidiano Il Mattino.

“La camorra – persegue – diversificati interessi verso il calcio, anche con tentativi di acquisire il controllo di società». In particolare «i Casalesi furono interessati a mettere le mani sulla SS Lazio ma il tentativo fu sventato nel 2008. Anche la camorra ha concentrato l’attenzione sul calcio locale campano”.

Potrebbe anche interessarti