Calcio e camorra, il numero uno della polizia: “Criminalità nelle serie minori campane”

Nell’audizione questo pomeriggio alla Commissione parlamentare antimafia il capo della polizia, Franco Gabrielli ha parlato dei legami tra calcio e criminalità organizzata. Per Gabrielli nello sport e nel calcio c’è la mano di camorra e ndrangheta.  “Fin dagli anni 80 la mafia calabrese è stata interessata a società di calcio, in particolare nel reggino, con tentativi di infiltrazione nel Crotone calcio”, le dichiarazioni riportate dal quotidiano Il Mattino.

“La camorra – persegue – diversificati interessi verso il calcio, anche con tentativi di acquisire il controllo di società». In particolare «i Casalesi furono interessati a mettere le mani sulla SS Lazio ma il tentativo fu sventato nel 2008. Anche la camorra ha concentrato l’attenzione sul calcio locale campano”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più