A Chi l’ha Visto parla Brissia, la “finta” Celeste Ruiz: “Non sono Angela, mi dispiace”

Celeste Ruiz non è Angela Celentano. E Celeste Ruiz non è nemmeno…Celeste Ruiz. La ragazza messicana, che per anni ha rappresentato l’unica speranza degli investigatori e dei Celentano, in realtà si chiama Brissia, è una psicologa oggi 35enne e vive in Francia. Il mistero si svela passo dopo passo: a Brissia fu rubata una foto profilo di Facebook nel 2010, utilizzata come “volto” di questa fantomatica Celeste Ruiz, una ragazza che assicurò di essere Angela, di vivere in Messico e di non voler essere più cercata.

Ieri, davanti alle telecamere di Chi l’ha Visto, Brissia ha chiarito la situazione: “Mi hanno avvertito i miei amici. Quando hanno visto quella foto, hanno creduto che la scomparsa fossi io. A quel punto ho contattato il sito della famiglia di Angela Celentano. Avevo vent’anni quando fu scattata quella foto, nel 2002, ma ho accettato ugualmente di fare l’esame del dna. Mi è dispiaciuto spezzare il cuore ai signori Celentano, ma io non sono Angela. So chi sono io e chi sono i miei genitori”. 

Brissia ha precisato che non ha accettato alcuna ricompensa dai Celentano, come invece molti giornali hanno scritto. Per quanto riguarda la pista messicana, si sta cercando di capire chi abbia rubato la foto di Brissia e perché. Le mail sono partite dai Ruiz in Messico, ad Acapulco. Non esiste alcuna Celeste, ma è possibile che il figlio e la moglie di Cristino Ruiz abbiano montato il caso ad arte perché “fissati” con le storie degli scomparsi. Ora gli inquirenti italiani e la Procura di Torre Annunziata hanno ricominciato le indagini, nella speranza di una nuova pista.

La figlia di Brissia, una bambina di 6 anni, ha realizzato per i Celentano un disegno in cui i due genitori sono accanto ad Angela. Un disegno che continua ad essere soltanto un sogno.

Potrebbe anche interessarti