Attentato Manchester, la testimonianza di un giuglianese: “Ho sentito tutto…”

C’era anche un ragazzo di Giugliano nei pressi dell’Arena di Manchester, dove ieri sera un attentato terroristico ha ucciso 22 persone che avevano appena assistito al concerto di Ariana Grande. Si tratta di Antonio Botrugno, conosciuto dagli amici come “piezzo ‘e pane”.

Antonio non era al concerto, ma abita nei pressi dell’Arena: “Ieri ho sentito tutto – le parole riportate da Teleclubitalia – ero a casa quando è esplosa la bomba. Appena ho udito le urla e le sirene, ho capito che si trattava probabilmente di un attentato e mi sono barricato in casa”.

Il ragazzo vive a Manchester da pochi giorni, si è trasferito per lavorare nel settore della ristorazione. Stamattina, come ha riferito, il clima nella zona era tesissimo: “La zona è completamente blindata, c’è un viavai di ambulanze e forze dell’ordine. Alcuni elicotteri sono in volo per monitorare la situazione. C’è un clima molto teso in tutta la città. Questa mattina c’è soltanto polizia in giro, le strade sono deserte”.

Potrebbe anche interessarti