Capitale della Cultura 2020: otto Comuni campani in lizza per il titolo. Ecco quali

Sono 46 le città che hanno manifestato interesse al bando per la Capitale Italiana della Cultura 2020 entro i termini previsti. Si tratta di Agrigento, Agropoli, Alberobello, Altamura, Ancona, Asti, Aversa, Bellano, Benevento, Bitonto, Capaccio Paestum, Casale Monferrato, Caserta, Catania, Ceglie Messapica, Cuneo, Fabriano, Fasano, Foligno, Gallipoli, Lanciano, Macerata, Merano, Messina, Montepulciano, Noto, Nuoro, Oristano, Parma, Piacenza, Pietrasanta, Pieve di Cadore, Prato, Ragusa, Ravello, Reggio Emilia, Salerno, Scandiano, Siracusa, Telese Terme, Teramo, Tivoli, Tremezzina, Treviso, Vibo Valentia e Villa Castelli.

Come possiamo notare, sono otto i Comuni campani in lizza per l’ambito titolo. Fra questi anche i tre capoluoghi di provincia Salerno, Caserta e Benevento. Tutti sono caratterizzati da importanti centri culturali ed archeologici: basti pensare alla Reggia di Caserta ed agli scavi archeologici di Paestum, che da poco hanno sfiorato il record di visitatori in un anno. Non resta che tifare per le bellezze nostrane.

“Sono felice di questa forte partecipazione di tante città. Comuni grandi e piccoli di tutt’Italia – ha commentato entusiasta il ministro Dario Franceschinihanno deciso di investire sulla cultura come cardine del proprio sviluppo: è il segno di una nuova consapevolezza che è nostro dovere favorire e incoraggiare il più possibile”.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più