Zubin Mehta: “Molti leghisti ignorano la cultura del Sud e di Napoli: vanno compatiti”

Grande successo per il “Concerto per l’Europa”, tenutosi il 3 giugno 2017 nel Duomo di Milano, con il grande direttore indiano Zubin Mehta a condurre l’Orchestra e il Coro del Teatro di San Carlo di Napoli sulle note della 9° Sinfonia di Beethoven. Un evento gratuito, andato in scena davanti a 5mila persone che hanno tributato nel finale ben 15 minuti di applausi.

Zubin Mehta, da sempre grande estimatore di Napoli e della sua cultura, ha voluto, per l’occasione, ribadire la sua vicinanza alla città partenopea. Ecco le sue dichiarazioni riportate da Il Corriere del Mezzogiorno: “So dei tanti pregiudizi sui napoletani e per questo spero ci siano molti leghisti tra gli spettatori in Duomo e che al suono delle meravigliose note di Beethoven imparino quale sia la grandezza del San Carlo e di Napoli. Molti leghisti sono ignoranti, ovvero ignorano la cultura del Sud e di Napoli: vanno compatiti”.

E ancora: “Napoli è una città che sto conoscendo e apprezzando grazie ad amici che sono eccellenti guide e ho appreso, tardivamente e me ne rammarico, che il Regno delle Due Sicilie non era sotto la dominazione spagnola, ma aveva un sovrano napoletano. Sto amando la storia di Napoli”.