Pinetamare. Chiuso il campetto regalato da Hamsik: era assediato dai vandali

Pinetamare – Soltanto tredici mesi fa, il capitano del Napoli Marek Hamsik aveva finanziato ed inaugurato un campetto di calcio a Pinetamare: lo scopo era quello di consentire a tutti i ragazzi del luogo di giocare a calcio in uno spazio sicuro e gratuito. Sul muro di cinta il capitano aveva aggiunto la scritta “Vivo qui per scelta”, un’ulteriore conferma di quanto si sia affezionato alla maglia azzurra ed alla terra per cui gioca.

Purtroppo, però, il campetto è stato chiuso. La decisione è stata presa dai proprietari dell’area, i costruttori Coppola. Erano stati loro a cedere gratuitamente lo spazio adibito alle attività sportive all’associazione “I Love Pinetamare” al fine di rivalutare l’intera zona, ma adesso i proprietari sono preoccupati ed hanno ritirato la concessione e smantellato porte e panchine del campo.

Si legge sulla pagina dell’associazione: “A seguito dei numerosi e perpetui atti vandalici (sono stati appiccati anche degli incendi) nel parchetto e nell’adiacente campetto di calcio il proprietario, Dott. Francesco Coppola, in via preventiva per cercare di evitare danni a cose e persone ha deciso di chiudere il campo di calcetto fino a quando non si troverà una soluzione che possa garantire l’incolumità a tutti.”

La pineta che circonda lo spazio libero e la vicina casa degli imprenditori sono costantemente prese d’assalto dai vandali. In seguito a questi continui fenomeni è stata presa, quindi, la decisione di limitare qualunque accesso libero alla zona. I volontari si stanno già impegnando per trovare un nuovo luogo dove far sorgere il campetto, ma il sogno di Hamsik di garantire divertimento e sport gratuiti ai giovani del posto è stato stroncato dalla solita ignoranza di pochi.

Potrebbe anche interessarti