Saviano: “Quando avevo 12 anni leccare il Fior di Fragola era da ricchioni”


Uno strano post su facebook di Roberto Saviano fa riflettere sul fatto che anche la scelta di un gelato, quando sei adolescente, può fomentare discriminazioni e prese in giro.

Questo il post: “Avevo 12 anni e andavo al mare a Paestum. Sulla spiaggia giocavamo a calcio balilla e chi perdeva, per punizione, veniva costretto a mangiare il Fior di Fragola, “il gelato delle femmine”. Il Lemonissimo, di contro, era “il gelato dei maschi”, che solo chi vinceva poteva permettersi.”

“Così leccare il ghiacciolo rosa era da “ricchioni”. L’omofobia si sedimenta da quando sei bambino: gergo, punizioni, leggende. 26 anni dopo, caserma, caldo da morire. Mi offrono un ghiacciolo. “No grazie..” rispondo subito, poi è un attimo e ci ripenso: “Anzi sì, per caso hai il Fior di Fragola?”. “Certo!”.

Saviano ci parla di come vent’anni fa scegliere tra un Fior di Fragola o un Lemonissimo era come scegliere tra giocare con le bambole o giocare al pallone, l’una era una cosa da maschio, l’altra da femmina.

Lo scrittore riflette su come l’omofobia può radicarsi fin da adolescenti, facendo leva sulla paura di essere preso in giro.

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più